Seleziona una pagina
Canotto VS Pizza Gourmet

Canotto VS Pizza Gourmet

La ”sfida” Canotto VS Pizza Gourmet si è tenuta lunedì 22 gennaio presso il Pummà di Milano Marittima.

La Pizza gourmet del mio amico Beniamino la conoscevo benissimo, mentre era da tempo che sognavo di assaggiare il ”canotto” di Salvatore Lionello, quindi non ho voluto perdere l’occasione di incontrarlo.

La serata è iniziata tra sorrisi, presentazioni e la travolgente simpatia di Salvatore.

Ma partiamo dalle proposte dei due maestri per la serata..

IL MENU’

Si parte con il Calzone Balanzone con ricotta, dadolata di mortadella e prosciutto cotto, pecorino romano, marmellata di limoni di Pantelleria e pomodoro.

Morbidezza dell’impasto e cremosita della farcitura, abbinati con l’acidità del pomodoro e della marmellata di limoni; davvero una combinazione incredibile.

Proseguiamo la serata con la Paesana di Salvatore, con crema di friarielli, salsiccia, provola e foglie di friarielli cristallizzate..

Devo davvero dirvi com’era?? Cioè, secondo me la foto parla da sola, una boooomba. Le aspettative per il canotto di Lionello erano altissime e non ha assolutamente deluso.

Ora tocca allo spicchio con mozzarella fior di latte, pesto, Pomodoro del Piennolo e salame di Mora Romagnola.

Impasto cotto alla perfezione ed un gusto deciso, sapidità e dolcezza mixati perfettamente da Beniamino, questo trancio ha davvero stupito tutti.

Ora l’attesa era per la Ribelle di Salvatore Lionello, con crema di zucca, melanzane arrostite, salsiccia, provola, basilico e scaglie di Parmigiano Reggiano.

Wow, ecco la mia parola al primo morso, l’impasto di Salvatore è davvero incredibile ma qui il gusto mi ha decisamente fatto innamorare, la dolcezza della zucca, con la sapidità della zucca ed infine una leggera piccantezza, credo data dalle melanzane arrostite, insomma ne avrei mangiata una intera, altrochè uno spicchio.

Ed infine tutti pronti per lo spicchio con burrata pugliese, seppioline, crema di piselli, mozzarella, grano spezzato con limone e polvere di Caffè Mokador.

Una chiusura fantastica, Beniamino stupisce con effetti speciali, impasto profumatissimo, ma qui sono le seppioline ha farne da padrona, combinate perfettamente con la cremosità della burrata e della crema di piselli; la paura era per la polvere di caffè, invece si univa perfettamente a tutto il resto.

Qui non so se posso, ma vi spoilero che sarà probabilmente nel nuovo menù Pummà primavera/estate.

Finita la serata, sono riuscito a fare due chiacchere con Salvatore, persona davvero alla mano e disponibile, ma non mi ha rivelato i segreti della sua ”Diversamente Napoletana” :))

Ora vorrete sapere chi è il vincitore della serata, ma purtroppo non posso rispondervi, qui hanno vinto tutti, la Pizza vince sempre, pizza gourmet, pizza napoleatana, pizza in teglia, pizza alta, bassa e chi più ne metta, io amo la pizza, qualunque forma essa abbia e da Pummà è stata una fantastica esperienza di gusto e di unione di culture diverse, mantenendo sempre il rispetto per questo magnifico lavoro.

”Non importa che la pizza sia di Napoli, di Roma o di Firenze, l’importante è che sia una buona pizza, ma sopratutto digeribile”

Cit. Salvatore Lionello

Grazie di nuovo al mio carissimo amico Beniamino Bilali per l’ospitalità.

Ci rivedremo presto.

Pin It on Pinterest